IDEA - Integrazione disoccupati ed emarginati in Africa - formazione e lavoro al St. Kizito

Il progetto IDEA, in partnership con AVSI Kenya e St. Kizito Vocational Training Institute, per la formazione professionale e l'inserimento lavorativo di giovani migranti in Kenya da Paesi limitrofi, soprattutto francofoni, ha raggiunto il terzo anno di attività.
Nel 2020, la pandemia ha fortemente impattato sulla vita delle persone coinvolte nel progetto. Per diversi mesi i corsi professionali sono stati sospesi, e il progetto ha convertito alcune attività a sostegno per l'emergenza ai piu' bisognosi. Circa 90 famiglie hanno beneficiato di questo aiuto. Inoltre, il mercato del lavoro ha subito uno shock per cui gli stages che dovevano essere organizzati sono stati rimandati al 2021, ma ancora oggi molte sono le difficoltà. I corsi professionali sono stati svolti da una sessantina di ragazzi e altri 60 hanno fatto corsi di lingua.
Il progetto, che si svolge in collaborazione con FOSIT con fondi DSC - Cooperazione svizzera, Fondazione Voluntas, e fondi dei gruppi di sostegno di AVAID, è un'esperienza importante del cosiddetto "triplo nesso" tra umanitario, sviluppo e pace. Infatti, si rivolge a giovani molto vulnerabili che hanno bisogni elementari di base, offre formazione per il lavoro, e facilita l'integrazione tra migranti e autoctoni. Con una particolare attenzione alle ragazze.
Per il suo approccio, la scuola St. Kizito è divenuta un punto di riferimento per l'integrazione dei rifugiati in Nairobi.
Nel 2019, IDEA aveva svolto diverse attività, anche con contributo del Cantone: 148 rifugiati hanno partecipato a corsi di inglese, 69 a formazione professionale, 20 hanno fatto uno stage e 2 hanno iniziato una piccola attività. Con il finanziamento della Fondazione Margherita era stata allestita un'aula di 33 postazioni digitali.
Nel 2021, il progetto si sta confrontando con la sfida del lavoro in un mercato in grave crisi. Si sta scegliendo l'alternativa dell'autoimpiego all'ingresso nelle imprese, molto meno ricettive perchè in difficoltà.